La Vitamina C ; Questa vitamina sicuramente almeno per il nome e con certezza la più conosciuta tra le vitamine, lo sanno anche i bambini vero? ma in realtà quanto la conosciamo? sappiamo d’avvero tutto su di lei? e sopratutto ha controindicazioni ? vediamo quindi di iniziare questo viaggio in questa vitamina cosi conosciuta ed apprezzata ma anche cosi poco discussa.

VITAMINA C (ACIDO ASCORBICO)

La maggior parte degli alimenti che la contengono fanno parte del mondo vegetale, ma c’è anche da aggiungere che nel nostro corpo questa vitamina e accumulata e rimessa in circolo dalle ghiandole Surrenali, anche se nei momenti di maggiore stress queste ghiandole ne diminuiscono drasticamente la produzione, sostituendola con una sostanza chiamata Epinefrina e Norepinefrina.



//

frutta e vitamina cLA SOLUBILITÀ DELLA MOLECOLA : È poco solubile in in alcool, solubile in acqua anche se si ossida molto rapidamente, normalmente dopo circa 90 secondi di esposizione all’ossigeno sono già sufficienti per ossidarsi, oltre che con la luce e in presenza di metalli.

VA RICORDATO CHE : Il corpo non e in grado di sintetizzarla, per tanto questo richiede una continua assunzione di questa vitamina. E che una volta ingerita alla prima pipi essa esce dal nostro corpo, ameno che non si accoppia con l’avena che in  questo caso ha la funzione di mantenerla in circolo nel corpo per circa 12 ore, per tanto ha quasi un effetto di vitaminizzante. Una maggiore eliminazione della vitamina C attraverso le vie urinarie dovuta ad una maggiore assunzione della vitamina, non significa che i tessuti del corpo sono saturi. E che il livello di vitamina C nel sangue tornerà ai livelli medi in 12 o 13 ore, indifferentemente dalla quantità assunta.

I VANTAGGI DI UNA COSTANTE ASSUNZIONE : Aumento dl sistema immunitario, migliorando la produzione di anticorpi, mantiene attivo la riproduzione del collagene, stimola la sintesi di interferone, la biosintesi della carnitina, anticolesterolo, antistress, distrugge i radicali liberi ossigenati, il radicale ossidrile, il radicale superossido, il radicale di ossigeno, partecipa ai processi di respirazione cellulare, interviene nello sviluppo dei fibroplasti, nella sintesi del collagene, nella formazione degli ormoni surrenalici, favorisce l’assorbimento del ferro (in dosi di 200-500 mg) incrementando il tasso di emoglobina, zinco, calcio, magnesio, etc., contrasta gli effetti tossici della nicotina, del benzoato, dei composti azotati, dei citotossici, delle radiazioni ionizzanti, inattiva le tossine batteriche, interviene nel trasporto dell’ossigeno e degli elettroni, indispensabile per le attività vitali di tutte le cellule, indispensabile per la produzione di energia soprattutto muscolare, previene l’accumulo di istamina (responsabile di allergie), modula le prostaglandine (mediatori dei processi infiammatori), previene la degenerazione cellulare (fra cui il processo di invecchiamento), previene i danni provocati dal formolo, protegge occhio e polmone, converte cistina (da origine alimentare) in cisteina, aumenta sia la rapidità di rigenerazione sia della cicatrizzazione che delle ustioni perché facilita la formazione del tessuto connettivo della cicatrice e favorisce l’assorbimento del ferro.

vitamina in tazzoneGLI ALIMENTI CON PIÙ VITAMINA C : Ricordando che la natura ci fornisce questa fantastica vitamina in alcuna frutti freschi “Maggiormente quelli Aciduli” come gli Agrumi(Arance, Limoni ecc.), Ananas, Kiwi, Fragole, Ciliege, ecc. in alcune verdure fresche come ( Lattuga, Radicchi, Spinaci, Broccoletti ecc. ), alcuni ortaggi freschi come ( Broccoli, Cavoli, Cavolfiori, Pomodori, Peperoni ecc.), e tuberi come le Patate sopratutto se Novelle.

LE QUANTITÀ MINIME GIORNALIERE :

Nei Lattanti dopo i 5 mesi ai 12 mesi di età e di 35 mg

Nei  Bambini dopo 1 anno fino hai 10 anni di età e di 40 mg

Dose consigliata per adulto da 11 anni in poi e di circa 60 mg (più ho meno quella contenuta in un Kiwi di media dimensione).

Per una gestante e la nutrice la dose consigliata invee è di circa dai 70 ai 90 mg

Per prevenire lo scorbuto negli adulti e di (10 mg Giornalieri)