Pubblicato il Lascia un commento

Alimenti e Calorie Scoprili per Conoscerli Meglio

bomba calorimetricaPrima di parlare di calorie e meglio conoscerli più approfonditamente per capire cosa sono, iniziamo con il dire che il metodo più accurato per misurare l’energia contenuta nei vari alimenti è quello di bruciarli all’interno di uno strumento chiamato “bomba calorimetrica”.

 

Vediamo insieme il principio della Bomba Calorimetrica – Si parte inserendo una quantità nota alimento all’interno di una camera piena di ossigeno, Il processo chiamato “combustione” viene innescato da un dispositivo interno, ed il calore creato viene ceduto all’acqua che lo contiene. Il tutto è inserito all’interno di un contenitore isolante, questo per evitare scambi di calore con l’ambiente esterno. Registrando la variazione di temperatura dell’acqua è possibile calcolare valore calorico degli alimenti in esso combustionati.

 

Per fare una quantificazione del potere calorico, noi italiani usiamo normalmente la Kilocaloria (Kcal) che viene chiamata caloria (anche se in questo modo si commette un errore di valutazione infatti una kilocaloria infatti questa corrisponde a 1000 calorie).Che in realtà rappresenta la quantità di calore necessaria per innalzare la temperatura di 1 Kg di acqua distillata ad esempio da 14,5°C a 15,5°C.

 

COME SAREBBE BUONO DISTRIBUIRLE DURANTE IL GIORNO:

PASTO CALORIE
COLAZIONE 15-20%
SPUNTINO MATTUTINO 5-10%
PRANZO 30-40%
SPUNTINO POMERIDIANO 5-10%
CENA 20-35%

 

 

DANDO UNA OCCHIATA HAI VARI VALORI

Ricordiamo che il valore energetico di 1 g di grasso proveniente da Carne di Maiale è di 9,5 kcal mentre quello derivante da 1 g di grassi vegetali è di 9,3 kcal, mentre il valore energetico di 1 g di glucosio(Zucchero) è pari a 3,74 kcal mentre quello di 1 g di Amido è di 4,2Kcal.


//

sfogliatellaCALORIE DEI CARBOIDRATI

Bruciando un grammo di carboidrati si sviluppa un calore medio di 4,2 Kcal per grammo. Anche se normalmente viene assorbito il 97% dei carboidrati introdotti con la dieta. Ne consegue che i carboidrati forniscono al nostro corpo in media 4 Kcal per grammo.

 

CALORIE DEI GRASSI

Bruciando un grammo di grassi invece si sviluppa un calore medio di 9,45 Kcal per grammo. Normalmente viene assorbito il 95% dei grassi introdotti con la dieta. Ne consegue che i grassi forniscono al nostro corpo in media 9 Kcal per grammo.

 

proteine e aimentiCALORIE DELLE PROTEINE

Bruciando un grammo di proteine si sviluppa un calore medio di 5,65 Kcal per grammo. Tuttavia poiché il nostro organismo non è in grado di utilizzare l’azoto in esse contenuto il loro potere energetico si riduce a 4,35 Kcal per grammo. Normalmente viene assorbito il 92% delle proteine introdotte con la dieta (il 97% di quelle animali ed il 78% di quelle vegetali). Ne consegue le proteine forniscono al nostro corpo in media 4 Kcal per grammo.
RICORDANDO CHE: Tali valori calorici vengono detti di Atwater, dal nome dello scienziato che per primo misurò l’energia liberata dagli alimenti nell’organismo, vediamo adesso invece la tabella con il valore calorico di alcuni degli alimenti più usati.

 

Tabella per nome di Alimenti e Calorie

Alimenti Kcal x 100g
Acciuga 101
Aglio 135
Albicocca 47
Ananas 57
Anatra 227
Arachidi 571
Aragosta 84
Arancia 44
Aringa 193
Arrosto (carne di vitello) 112
Arrosto (carne bovina) 161
Asparagi 18
Astice 81
Avocado 223
Baguette 270
Banana 94
Barbabietola 41
Bel Paese 374
Birra 47
Braciola (carne di vitello) 112
Braciola (carne suina) 150
Braciola (carne ovina) 348
Bresaola 128
Brie 315
Broccoli 27
Burro 754
Burro fuso 900
Camembert 281
Carciofo 22
Carota 27
Carpa 115
Carpaccio 121
Castagne 196
Cavallo 107
Cavolfiore 23
Cavoli di bruxelles 38
Ceci 275
Cetriolo 13
Champagne 83
Chicchi di mais 333
Ciliegia 59
Cipolla 28
Cocomero 38
Coniglio 152
Coscia (carne di vitello) 97
Coscia (carne bovina) 148
Coscia (carne ovina) 234
Coscia (carne suina) 274
Coscia di pollo con pelle 174
Coscia di pollo senza pelle 114
Cozze 51
Crusca di grano 176
Cuore (carne suina) 87
Cuore (carne di vitello) 114
Cuore (carne bovina) 124
Cuore (carne ovina) 160
Datteri secchi 273
Emmental 387
Fagioli bianchi 262
Fagiolini verdi 35
Farina di mais integrale 333
Farro 320
Fecola di mais 346
Fecola di patate 336
Fegato (carne bovina) 121
Fegato (carne di vitello) 130
Fegato (carne suina) 133
Fegato (carne ovina) 133
Fico 60
Fico secco 243
Filetti di merluzzo 73
Filetto (carne di vitello) 95
Filetto (carne suina) 106
Filetto (carne ovina) 112
Filetto (carne bovina) 121
Finocchio 24
Fiocchi di avena 354
Fontina 329
Formaggio di Capra 355
Formaggio fresco 253
Fragola 33
Fruttosio 290
Gamberetti 87
Gamberi 65
Gorgonzola 358
Gruviera 410
Involtino 116
Kiwi 50
Lamponi 32
Latte intero 47
Latte magro 35
Latte non pastorizzato 67
Latte scremato 47
Lenticchie 310
Lepre 113
Limone 36
Lingua (carne di vitello) 128
Lingua (carne ovina) 195
Lingua (carne suina) 207
Lingua (carne bovina) 209
Luccio 82
Macinato (carne bovina) 216
Macinato (carne suina) 271
Maionese 752
Mandarino 45
Mandorle 576
Mango 56
Manzo salato 141
Margarina vegetale 722
Mascarpone 460
Mela 54
Melanzana 17
Melone 54
Miele 325
Mirtilli 38
More 44
Mortadella 345
Mozzarella di bufala 255
Mozzarella di mucca 225
Muesli 394
Nasello 91
Nocciole 643
Noci 667
Oca 342
Olio di cocco 895
Olio di palma 894
Olio vegetale 900
Olive nere in salamoia 351
Olive verdi in salamoia 131
Ostriche 66
Pancetta 854
Pancetta affumicata 621
Pane bianco 238
Pane integrale di grano 200
Panna dolce 293
Parmigiano 386
Pasta all’uovo 139
Pasta integrale 137
Patata 71
Pecorino fresco 219
Peperone 20
Pera 55
Pesca 47
Pesce spada 117
Petto (carne di vitello) 131
Petto (carne bovina) 244
Pinoli 674
Piselli 272
Pistacchio 598
Pollo arrosto 166
Pollo da brodo 257
Polpa di cocco 369
Pomodoro 17
Pompelmo 43
Porcino fresco 17
Porcino secco 124
Porro 26
Prosciutto cotto 193
Prosciutto crudo 383
Provolone 365
Prugna 51
Prugna secca 236
Ravanelli 13
Ribes 33
Riso 116
Roastbeef 130
Rognone (carne suina) 96
Rognone (carne di vitello) 128
Salami di manzo 232
Salmone 202
Salmone affumicato 289
Salsiccia di maiale 298
Salsiccia di pollo 173
Salsiccia di vitello 266
Sardina 124
Scaloppina (carne di vitello) 100
Scaloppina (carne suina) 106
Scaloppina (carne ovina) 131
Sciroppo d’acero 270
Sedano 15
Semi di zucca 570
Semolino di grano 324
Sgombro 180
Sherry secco 110
Sogliola 83
Soia 323
Spaghetti 145
Spalla (carne bovina) 153
Spalla (carne suina) 271
Spinaci freschi 15
Spremuta d’arancia 47
Spremuta di pompelmo 36
Spumante secco 75
Stinco (carne di vitello) 100
Stinco (carne suina) 186
Strutto di maiale 900
Tacchino adulto 212
Tartufo 56
Tonno 226
Trota affumicata 130
Trota di fiume 102
Tuorlo 68
Uovo intero 159
Uva 73
Uva secca 276
Verza 25
Vino bianco secco 69
Vino rosso secco 69
Vodka 222
Whisky 438
Würstel 272
Yogurt magro 34
Yogurt naturale 46
Zucca 25
Zucchero bianco 410
Zucchero grezzo 410
Zucchine 19

Tabella per nome di Alimenti e Calorie

Alimenti Kcal x 100g
Cetriolo 13
Ravanelli 13
Sedano 15
Spinaci freschi 15
Melanzana 17
Pomodoro 17
Porcino fresco 17
Asparagi 18
Zucchine 19
Peperone 20
Carciofo 22
Cavolfiore 23
Finocchio 24
Verza 25
Zucca 25
Porro 26
Broccoli 27
Carota 27
Cipolla 28
Lamponi 32
Fragola 33
Ribes 33
Yogurt magro 34
Fagiolini verdi 35
Latte magro 35
Limone 36
Spremuta di pompelmo 36
Cavoli di bruxelles 38
Cocomero 38
Mirtilli 38
Barbabietola 41
Pompelmo 43
Arancia 44
More 44
Mandarino 45
Yogurt naturale 46
Albicocca 47
Birra 47
Latte intero 47
Latte scremato 47
Pesca 47
Spremuta d’arancia 47
Kiwi 50
Cozze 51
Prugna 51
Mela 54
Melone 54
Pera 55
Mango 56
Tartufo 56
Ananas 57
Ciliegia 59
Fico 60
Gamberi 65
Ostriche 66
Latte non pastorizzato 67
Tuorlo 68
Vino bianco secco 69
Vino rosso secco 69
Patata 71
Filetti di merluzzo 73
Uva 73
Spumante secco 75
Astice 81
Luccio 82
Champagne 83
Sogliola 83
Aragosta 84
Cuore (carne suina) 87
Gamberetti 87
Nasello 91
Banana 94
Filetto (carne di vitello) 95
Rognone (carne suina) 96
Coscia (carne di vitello) 97
Scaloppina (carne di vitello) 100
Stinco (carne di vitello) 100
Acciuga 101
Trota di fiume 102
Filetto (carne suina) 106
Scaloppina (carne suina) 106
Cavallo 107
Sherry secco 110
Arrosto (carne di vitello) 112
Braciola (carne di vitello) 112
Filetto (carne ovina) 112
Lepre 113
Coscia di pollo senza pelle 114
Cuore (carne di vitello) 114
Carpa 115
Involtino 116
Riso 116
Pesce spada 117
Carpaccio 121
Fegato (carne bovina) 121
Filetto (carne bovina) 121
Cuore (carne bovina) 124
Porcino secco 124
Sardina 124
Bresaola 128
Lingua (carne di vitello) 128
Rognone (carne di vitello) 128
Fegato (carne di vitello) 130
Roastbeef 130
Trota affumicata 130
Olive verdi in salamoia 131
Petto (carne di vitello) 131
Scaloppina (carne ovina) 131
Fegato (carne suina) 133
Fegato (carne ovina) 133
Aglio 135
Pasta integrale 137
Pasta all’uovo 139
Manzo salato 141
Spaghetti 145
Coscia (carne bovina) 148
Braciola (carne suina) 150
Coniglio 152
Spalla (carne bovina) 153
Uovo intero 159
Cuore (carne ovina) 160
Arrosto (carne bovina) 161
Pollo arrosto 166
Salsiccia di pollo 173
Coscia di pollo con pelle 174
Crusca di grano 176
Sgombro 180
Stinco (carne suina) 186
Aringa 193
Prosciutto cotto 193
Lingua (carne ovina) 195
Castagne 196
Pane integrale di grano 200
Salmone 202
Lingua (carne suina) 207
Lingua (carne bovina) 209
Tacchino adulto 212
Macinato (carne bovina) 216
Pecorino fresco 219
Vodka 222
Avocado 223
Mozzarella di mucca 225
Tonno 226
Anatra 227
Salami di manzo 232
Coscia (carne ovina) 234
Prugna secca 236
Pane bianco 238
Fico secco 243
Petto (carne bovina) 244
Formaggio fresco 253
Mozzarella di bufala 255
Pollo da brodo 257
Fagioli bianchi 262
Salsiccia di vitello 266
Baguette 270
Sciroppo d’acero 270
Macinato (carne suina) 271
Spalla (carne suina) 271
Piselli 272
Würstel 272
Datteri secchi 273
Coscia (carne suina) 274
Ceci 275
Uva secca 276
Camembert 281
Salmone affumicato 289
Fruttosio 290
Panna dolce 293
Salsiccia di maiale 298
Lenticchie 310
Brie 315
Farro 320
Soia 323
Semolino di grano 324
Miele 325
Fontina 329
Chicchi di mais 333
Farina di mais integrale 333
Fecola di patate 336
Oca 342
Mortadella 345
Fecola di mais 346
Braciola (carne ovina) 348
Olive nere in salamoia 351
Fiocchi di avena 354
Formaggio di Capra 355
Gorgonzola 358
Provolone 365
Polpa di cocco 369
Bel Paese 374
Prosciutto crudo 383
Parmigiano 386
Emmental 387
Muesli 394
Gruviera 410
Zucchero bianco 410
Zucchero grezzo 410
Whisky 438
Mascarpone 460
Semi di zucca 570
Arachidi 571
Mandorle 576
Pistacchio 598
Pancetta affumicata 621
Nocciole 643
Noci 667
Pinoli 674
Margarina vegetale 722
Maionese 752
Burro 754
Pancetta 854
Olio di palma 894
Olio di cocco 895
Burro fuso 900
Olio vegetale 900
Strutto di maiale 900

 

Spero che queste informazioni possano essere utili a tutti voi per avere una idea su cosa mangiamo quotidianamente e ricordare che le calorie sono necessarie al nostro corpo per mantenere una temperatura giusta per la nostra sopravvivenza, va ricordato che un eccesso può invece creare problemi di soprappeso in tutto il corpo. per tanto si consiglia un’alimentazione equilibrata e personalizzata in base alle proprie esigenze,

 

Anche se c’è da ricordare che i nostri valori sono indicativi, e che per un migliore controllo e necessario anzi fondamentale procurare un buon Medico Dietologo e seguire meticolosamente i suoi consigli con un metodo personalizzato evitando di fare da soli ed errando.

Pubblicato il Lascia un commento

I Cibi che ci Aiutano a Dormire Meglio

dormire bene

Le ultime ricerche scientifiche hanno dimostrato la relazione tra cibo e il dormire bene l’istituto Pennsylvania University ha fatto uno studio che hanno accertato che le diete povere di Alfa-Carotene,Selenio, Acido Laurico e Calcio, così come quelle prive di Vitamina D e Licopene causano difficoltà nell’ addormentarsi.

VEDIAMO ADESSO QUALI SONO I CIBI CHE CI AIUTANO A DORMIRE



//

caroteLE CAROTE – L’ Alfa-Carotene, di cui questi ortaggi sono molto ricchi, è associato a sonni lunghi e sereni. Quindi carote crude, succo di carota, carote lessate. Che contengono anche potassio, vitamina B6, vitamina A e biotina.

LE NOCI – Contengono buone dosi di Melatonina, l’ormone che regola il riposo. Ne andrebbero consumati 30 grammi al giorno. Le noci sono ricche anche di preziosi Omega 3, vitamina E, manganese e biotina.

YOGURT GRECO – È ricco di proteine, calcio e vitamina B12, essenziali per assicurarsi un buon sonno. Può unirsi alla frutta per uno spuntino sano e… soporifero.

SEMI DI ZUCCA – Dei veri detonatori del sonno grazie alla quantità di triptofano e zinco (precursori della serotonina e della melatonina) di cui sono ricchi. Contengono anche vitamina E, manganese, proteine e ferro. Il quantitativo da consumare è un quarto di tazza.

FUNGHI – Offrono buone dosi di vitamina D, selenio e potassio, vitamina B2 e B3. Mezza tazza di funghi cotti forniscono un terzo del fabbisogno quotidiano di selenio.

POMODORO – È ricchissimo di Licopene, un vero toccasana per sonni sereni. È inoltre un potente antiossidante e fa bene al cuore e al sistema scheletrico.

SALMONE E MERLUZZO – Fanno abbassare il Colesterolo cattivo e la pressione sanguigna, potenziano le funzioni oculari e cerebrali e sono ricchi di proteine (vera manna per prender sonno) e vitamine. Il salmone fornisce il 236% del fabbisogno giornaliero di vitamina B12, il 127% di vitamina D, il 78% di selenio. Il merluzzo il 100% di vitamina B12 e il 57% di selenio.

OLIO DI COCCO – Contiene grandi quantità di Acido Laurico, associato a sonni profondi, a differenza di quanto accade con i grassi animali come il burro. Anche la polvere e il latte di cocco contengono dosi elevate di Acido Laurico.

KALE O (CAVOLO RICCIO) – Ultimamente è diventato l’alimento più richiesto, per il mix di qualità benefiche che lo rendono un vero super alimento. Dato che contiene dosi elevate di Calcio, Potassio, Magnesio, Vitamine K, A e C, Ferro, Omega 3 e Alfa-carotene.

ACQUA – Secondo gli studi della Pennsylvania University, una buona idratazione è fondamentale per godere di un sonno sereno. Il blog consiglia anche alcune ricette per associare insieme questi alimenti e potenziare l’effetto soporifero: yogurt greco con noci, frutta e semi di zucca; salsa di pomodoro, carote e funghi; salmone cotto in olio di cocco, riso con carote, cardamomo, noci e semi di zucca; zuppa di pollo con pomodori e kale.

GLI SPINACI – Sono ricchi di Magnesio e di nutrienti, come, per esempio, il Calcio e l’Acido Folico. Si tratta di un cibo che è in grado di favorire il rilassamento muscolare e quindi di stimolare un buon riposo.

LE CILIEGIE – Anche le Ciliegie rappresentano una fonte di melatonina. Uno studio, in cui i risultati sono stati pubblicati sul Journal of Sleep Research and Sleep Disorders, ha messo in evidenza le proprietà rilassanti di questi frutti.

LE BANANE – Contengono molti Sali Minerali, soprattutto Magnesio e Potassio che riescono a combattere gli spasmi muscolari e i crampi, che a volte si possono presentare anche durante il sonno.

 

Pubblicato il Lascia un commento

I Cibi che Alleviano i Dolori Mestruali (DISMENORREA)

ciclo mestruale

INIZIANDO HA CAPIRE COSA SONO:

Una cosa naturale e molto diffusa sono questi dolori come : Cefalee, crampi all’ addome, dolore alla schiena e alle gambe, stanchezza, nausea, senso di costipazione costante, sbalzi d’umore: tutti questi disturbi sono conosciuti dalle nostri lettrici come dolori mestruali.

Anche se l’intensità può variare in base alla sensibilità della persona, questo disturbo accompagna la vita di tutte le donne sino alla menopausa, ma con piccoli accorgimenti oggi è possibile alleviarne le sofferenze della maggior parte del nostro pubblico femminile, almeno in questo modo spero di fare una cosa gradita anche per gli uomini che stanno al loro fianco, che per lo meno staranno più sereni.



//

dolori mestrualiVEDIAMO INSIEME COSA EVITARE PER UNA BUONA SALUTE

1) LATTICINI – Questi alimenti interferiscono sull’ equilibrio del Calcio che, a sua volta, influenza l’equilibrio del magnesio. Se si evita un consumo eccessivo di questi alimenti si può influisce positivamente sui dolori mestruali, fino al punto di alleviarli in maniera graduale nei casi più gravi ed eliminandoli nei casi più lievi.

2) GLI ZUCCHERI – Come molti di noi già sanno questo alimento va scelto con molta attenzione perché un eccesso di questo alimento può peggiorare, come anche un’alimentazione ricca di carboidrati raffinati (per esempio pane e pasta “bianchi”) è sconsigliata perché favorisce un aumento dell’insulina che a sua volta influisce sugli Eicosanoidi, di cui fanno parte le Prostaglandine, sostanze coinvolte in questo disturbo. Sono invece consigliati i cereali integrali e la frutta.

3)  I GRASSI – Vanno evitati i grassi animali e quelli vegetali idrogenati presenti soprattutto nella Margarina, nei prodotti da forno e nei dolci industriali. Va limitato il consumo di carni rosse e di tuorli d’uovo perché molto ricchi di Acido Arachidonico che innalza il valore degli Eicosanoidi e acutizza i dolori mestruali nei soggetti sensibili. Il pesce, specialmente quello azzurro, è invece particolarmente consigliato perché ricco di Omega- 3, acidi grassi che hanno la capacità di ridurre l’intensità dei crampi mestruali.

4) CAFFÈ, ALCOOL E SIGARETTE – Come molti di noi già sanno che in molte circostanze è meglio evitarli, perché riducono l’assorbimento del Magnesio e aumentano l’intensità del dolore. Anche il fumo ha lo stesso effetto.

5) CIBO TROPPO SALATO – Se il cibo è troppo ricco di sodio aumenta la ritenzione idrica, Questa è una delle cause dei dolori mestruali. Durante le mestruazioni la dieta dovrebbe quindi essere iposodica. Proprio per questo motivo è importante anche bere molto preferendo acque ad azione diuretica.

 

ALIMENTI CHE DOBBIAMO MANGIARE

1) ACQUA – Mantenere il corpo sempre idratato e una ottima cosa, perché si evita la redenzione idrica e di conseguenza il gonfiore addominale, almeno 10 bicchieri di acqua al giorno, da preferire l’acqua calda o tiepida che aumenta il flusso del sangue alla pelle, oppure mangiare cibi ricchi di acqua o che aiutano l’idratazione come ad esempio : Anguria, Lattuga, Sedano, Fragole e Cetrioli.

2) RISO INTEGRALE, OLIO EXTRA VERGINE E PESCE AZZURRO – Molto ricco di vitamina B6 (aiuta ha ridurre il gonfiore addominale)

3) MANDRLE, NOCI E SEMI DI ZUCCA – Contengono Magnese che (aiuta a combattere i crampi).

4) OLIO DI OLIVA E BROCCOLI – Ricchi di vitamina E

5) VERDURE A FOGLIA VERDE, PESCE, POLLO, CANNELLA E PAPAYA – I quali contengono Ferro e quindi (aiutano ha integrare quello perso durante il ciclo)

6) ZENZERO – Questo alimento ha la capacità di alleviare i dolori mestruali.

7) SALMONE, TONNO E SGOMBRO, SUCCO DI ARANCIA, LATTE DI SOJA E CEREALI – Grazie all’apporto giusto di vitamina D e possibile alleviare i dolori mestruali.

ALCUNI CONSIGLI UTILI

fare corsa al tramontoFARE ATTIVITÀ FISICA – Come molti di noi già sanno fare attività fisica fa bene ha molte cose per il nostro corpo, ma quello che molti non sanno è che può giovare anche al ciclo mestruale, dato che ciò aiuta nella distensione muscolare evitando così i crampi addominali dato che aiuta la contrazione ed il rilassamento dei  muscoli addominali, gambe e schiena, c’è da ricordare che comunque con il senso di stanchezza non è facile dedicarsi ad una buona attività fisica, ma è importante farlo per stare meglio.anche una buona e lunga camminata all’aria aperta e rigenerante per stare bene.

FARE MASSAGGI – Se proprio non vi va di uscire per fare un po’ di movimento o il dolore è troppo acuto da costringervi a letto, e un ottimo rimedio praticate dei massaggi circolari con la punta delle dita attorno al basso ventre, tenendo le gambe sollevate per alcuni minuti oppure sdraiatevi su un fianco rannicchiando le gambe in posizione fetale.

FARE IMPACCHI CALDI – Applicare impacchi caldi al basso addome o sulla parte inferiore della schiena può aiutare a rilassare i muscoli che si contraggono vicino all’utero, e che causano la gran parte dei dolori mestruali. Per trovare un po’ di conforto, puoi utilizzare una bottiglia di acqua normale o un thermos pieno d’acqua calda, oppure puoi fare impacchi caldi o comprare un cuscinetto riscaldante. L’importante è fare un’applicazione di 5-10 minuti due volte al giorno sulle zone del corpo precedentemente segnalate per avere degli effeti sicuramente benefici.

Pubblicato il Lascia un commento

I Cibi Che Combattono il Mal di Testa (Cefalea)

mal di testta 3

INIZIAMO QUESTO ARTICOLO CON IL CAPIRE COSA É IL MAL DI TESTA

Mal di testa o (Cefalea) è sicuramente un disturbo molto frequente hai tempi di oggi, che nei casi peggiori può diventare molto difficile da sopportare, persino per i neurologi \scoprire le cause di questa patologia non sempre e semplice, infatti ne esistono molte e dei tipi più svariati, alcune volte legati anche ad una predisposizione personale.

Va ricordato che tra i tanti fattori scatenanti delle cefalee, c’è anche il cibo. In ciò è stato infatti riscontrato un legame tra l ‘assunzione di alcuni alimenti e lo scatenarsi del mal di testa, soprattutto quando vi sia una particolare sensibilità non riconosciuta ad alcune sostanze (o conservanti) presenti nei piatti che si mangiano normalmente.



//
mal di testaCome per esempio sostanze come i Nitrati usati per conservare salumi e insaccati, Latiramina presente nei formaggi stagionati, il Glutammato di Sodio usato nei dadi per bordo e nelle zuppe pronte in busta, e i Tannini del vino rosso, secondo diversi studi sono in grado di provocare attacchi di cefalea in individui già predisposti.

 

Anche se ci sono altri cibi hai quali dover fare attenzione, che non vengono assimilati in modo corretto dal nostro organismo( ciò può capitare anche se non si è allergici a quel alimento) e tra questi i più pericolosi sono: i Legumi, le Cipolle, Crauti(Cavoli Fermentati), Olive in Salamoia, Frutta Secca (in Guscio con eccezione delle Mandorle ), Banane (Mature), Pane e Pizza (se Caldi), Cioccolato Puro,Caffè, Alcolici e Super Alcolici, Carni Rosse e Insaccati ( ricchi di Nitriti e Nitrati), Cibi Fritti in generale (maggiormente Patate Fritte), Dadi da Brodo, Formaggi Stagionati, Cibo Orientale (Che contiene Glutammato), Additivi chimici, Coloranti, Conservanti e Aspartame (meglio conosciuto come E951).

 

COSE CHE DOBBIAMO RICORDARE:

Che indipendentemente dai cibi che ingeriamo possono esserci altre cause per il mal di testa, tra le quali l’eccessiva quantità di alimento ingerito indipendentemente dal cibo ingerito, può scatenare nei casi di chi già soffre di emicranea forti attacchi. Inoltre va anche ricordato che anche chi ha problemi di digestione lenta o faticosa può essere un soggetto a rischio per questa patologia, oltre a questo ci sono cause che più o meno tutti già sappiamo, come ad esempio uno stile di vita non regolare possa essere devastante per il nostro corpo, e quanto una vita salutare possa entrare benefici preventivi, come ad esempio fare la giusta attività fisica, dormire bene, mangiare in orari regolari e senza eccessi, di non saltare i pasti, non digiunare, bere almeno 1,5 lt di acqua al giorno, e di non abusare di farmaci antidolorifici che (contengono caffeina).

 

VEDIAMO ORA GLI ALIMENTI AMICI CHE POSSONO AIUTARCI A STARE MEGLIO

1)  PATATE – Il mal di testa in alcuni casi può essere causato da una carenza di Potassio. Il consiglio consiste nel preparare un ottimo contorno a base di patate, da cucinare e consumare con la buccia, come nel caso delle Patate al Cartoccio, una patata cotta al forno con la pelle può contenere fino a 721 mg di potassio che ne pensate niente male vero?

 

2) ANGURIA –  in molti casi tra le cause del mal di testa troviamo la disidratazione. Per questo motivo può essere utile consumare cibi ricchi d’acqua, come l’anguria. L’acqua naturalmente presente in frutta e verdura oltre ad idratare l’organismo contiene minerali essenziali per la prevenzione del mal di testa, come il magnesio.

 

3) LE MANDORLE – sono una delle più importanti fonti alimentari di Magnesio, ha parere degli esperti il magnesio può essere utile per il rilassamento della tensione che può interessare i vasi sanguigni e provocare il mal di testa. Per aumentare l’apporto di magnesio attraverso l’alimentazione,

 

4) SEMI DI SESAMO – Non dimenticate di arricchire zuppe, insalate e muesli con i Semi di Sesamosoprattutto se soffrite di mal di testa. I semi di sesamo sono ricchi di Vitamina E oltre a ciò possono aiutare le donne a stabilizzare i livelli degli estrogeni durante il ciclo.Inoltre, la vitamina E migliora la circolazione e ciò può essere utile,secondo gli esperti di alimentazione, per prevenire il mal di testa.

 

5) SPINACI – Aiutano ad abbassare la pressione sanguigna, oltre che ad alleviare il mal di testa, per prevenire l’arrivo del dolore, potreste provare ad utilizzare le foglie fresche degli spinaci, anziché la lattuga, per preparare le vostre insalate, come suggerisce l’esperta Erin Palinski. Alla vostra insalata di spinaci potrete aggiungere noci e mandorle sembra anche una buona idea che ne dite?

 

6) BANANE – Tra le risorse utili a prevenire e combattere il mal di testa troviamo la Vitamina B6, che è presente in alimenti come le banane e che aiuta ad accrescere i livelli di serotonina a livello del cervello, portando ad un’azione anti-depressiva. Ciò contribuirebbe a ridurre la sensazione di dolore. La vitamina B6 sarebbe inoltre utile per contrastare la stanchezza mentale.

 

7) SEMI DI LINO – Sono associati a numerosi benefici per la salute per via del loro contenuto di acidi grassi Omega 3. Queste sostanze aiutano a combattere l’ emicranie e presentano proprietà antinfiammatorie. Il consiglio è di aggiungere i semi di lino ai cereali della colazione o alle insalate dopo averli tritati, in modo che l’organismo li possa assimilare meglio.

 

zenzero8) ZENZERO – Molti di voi conosceranno già questo alimento come rimedio naturale adatto solo in caso di nausea o mal di gola ma non è così infatti questa radice è un Antinfiammatorio e Antidolorifico naturale che può risultare utile per alleviare anche il mal di testa, grazie al suo contenuto di sostanze che aiutano l’organismo a percepire meno intensamente il dolore, quindi potreste provare a bere una buona tisana allo zenzero quando sentite che il mal di testa è in arrivo o quando è già presente, difatti è indicato in tutte le sue forme, anche crudo o sotto forma di caramella.

 

9) PEPERONCINO – Chi ama il gusto piccante potrebbe essere felice di sapere che questo alimento è considerato utile per contrastare il mal di testa e per alleviare il dolore, infatti gli effetti positivi del peperoncino sono dovuti al suo contenuto di Capsaicina, che lo rende un antinfiammatorio ed un antidolorifico naturale, utile non soltanto in caso di mal di testa, ma anche per il mal di schiena e per il mal di denti.

 

10) IL MAIS – può essere utile per prevenire il mal di testa per via del suo contenuto di Vitamina B3, Questa sostanza infatti supporta la funzionalità dei vasi sanguigni e calma i nervi, se l’alimentazione non risulta sufficientemente ricca di vitamina B3, potrebbero presentarsi dei mal di testa legati allo stress, ecco perché si consiglia di arricchire la propria alimentazionecon alimenti come il mais, patate e pomodori.

 

GRAZIE DI AVER LETTO VOI LETTORI SIETE LA MIA INSPIRAZIONE, PER AVER SCRITTO QUESTO ARTICOLO, SE VI È PIACIUTO DITELO HAI VOSTRI AMICI E CONDIVIDETELO NEI SOCIAL, QUESTO È UN AIUTO CHE MI DATE PER FARE SEMPRE MEGLIO GRAZIE!

Pubblicato il Lascia un commento

Il Cibo Che Aiuta Chi ha Problemi Respiratori

ASMA

INIZIAMO CON IL CAPIRE COSA `È L’ASMA UNO DEI PEGGIORI DEI PROBLEMI DELL’APPARATO RESPIRATORIO

L’asma è un’infiammazione cronica delle vie aeree, in particolare dei bronchi, che genera un’ipersensibilità a una serie di stimoli che porta, a sua volta, all’ ostruzione temporanea dei bronchi e difficoltà di respiro.

L’ostruzione delle vie aeree è dovuta a uno spasmo della muscolatura bronchiale, all’edema (gonfiore) della mucosa delle vie aeree e a un aumento della secrezione del muco.



//

Buona parte dei casi di asma è dovuta a un’allergia a sostanze che possono essere inalate. Può insorgere anche in seguito all’esposizione cronica a sostanze irritanti. Come anche le infezioni virali e batteriche delle vie aeree sembrano essere, in alcuni casi, all’origine della malattia. La crisi asmatica può essere scatenata anche da sforzi fisici intensi, sbalzi di temperatura e forti stress emotivi. Per quanto rara, esiste anche una forma di asma, detta idiopatica, di cui non è nota l’origine.Parlando di numeri colpisce circa 3,7 milioni di italiani, con conseguenze importanti sulla qualità di vita delle persone affette e pesanti riflessi economici.

I CIBI DA EVITARE

  1. LATTE E LATTICINI SOPRATUTTO QUELLI NON SALATI Come ad esempio Burro e Yogurt che alterano la composizione drl muco polmonare, così da far peggiorare la qualità, questo facilità l’ ingresso dei batteri.
  2. ZUCCHERO RAFFINATO(BIANCO) E ALCOOL Queste sono sostanze altamente raffreddanti che indeboliscono il sistema immunitario favorendone l’accesso dei batteri cattivi, specialmente i dolci che anno un insieme di latte , zuccheri, alcool, additivi chimici, coloranti.
  3. ATTENZIONE Anche tutto ciò che fa venire sete come farinacei e prodotti da formo.

VEDIAMO ORA I 10 CIBI CHE POSSONO AIUTARE A STARE MEGLIO:

avocado1) Avocado Che ha un’ alta concentrazione  di L-glutatione che è un ottimo anti-asma  che aiuta a proteggere le cellule contro i danni dei radicali liberi e disintossicare il corpo da sostanze inquinanti e da altre sostanze nocive. Ampiamente riconosciuto come l’antiossidante “un master”, l’avocado favorisce l’azione di tutti gli altri antiossidanti. La presenza di L-glutatione nell’ avocado è utile contro l’infiammazione sistemica, favorisce la salute dell’intestino, un processo che a sua volta aiuta a prevenire inneschi di asma.

2) Cavolo Una fonte eccellente di vitamina C, il cavolo possiede una capacità unica di bloccare i radicali liberi responsabili per il causare la contrazione dei muscoli lisci delle vie aeree. E’ anche una grande fonte di beta-carotene, un fitochimico potente antiossidante in grado di alleviare i sintomi dell’ asma esistenti e di prevenire quelli futuri.

3) Spinaci Uno studio su 68.535 donne partecipanti ha trovato che l’assunzione di spinaci è direttamente correlata con un rischio ridotto di asma. Ciò può essere dovuto al fatto che gli spinaci hanno un  alto contenuto di vitamina C, beta-carotene, vitamina E, e magnesio. La carenza di magnesio è prevalente tra le persone con Asma e in caso di  emergenza, trattamenti con il magnesio hanno dimostrato di contribuire a fermare un attacco d’asma. Gli spinaci hanno anche un alto contenuto di potassio, la cui carenza può esacerbare i sintomi dell’asma.

 4) Banana Una banana al giorno potrebbe tenere lontano l’asma, secondo uno studio del 2011 dei ricercatori della Gran Bretagna dell’Imperial College di Londra che hanno scoperto che i bambini che mangiano solo una banana al giorno, hanno un ridotto  rischio di sviluppare sintomi asmatici, come respiro sibilante, di circa il 34 per cento. Le banane sono anche naturalmente ad alto contenuto di fibre e possono aiutare a prevenire patologie respiratorie in via di sviluppo.

 5) Acqua . Per molte delle persone con diagnosi di asma, la disidratazione è la vera causa dei sintomi di asma. In effetti, secondo l’esperto Dr. Fereydoon Batmanghelidj, l’insieme di sintomi comunemente etichettati come sintomi dell’asma, sono in realtà solo “il corpo che grida per avere più acqua”. Quindi vale la pena bere almeno 8 bicchieri di acqua al giorno per evitare di sviluppare sintomi di asma.

6) Zenzero Ricco di anti-infiammatori, lo zenzero è un altro potente anti-asma  che  funziona anche meglio di farmaci antistaminici, per liberare le vie aeree e arrestare l’infiammazione. La parte migliore dello zenzero è la radice che non provoca effetti collaterali dannosi e si può tranquillamente aggiungere agli alimenti e bevande di tutti i giorni.

7) Curcuma L’infiammazione responsabile del gonfiore dei polmoni e costrizione delle vie respiratorie durante un attacco d’asma, non può competere con la Curcuma, il cui principio attivo sta dimostrando di essere uno dei più potenti anti-infiammatori esistenti. Aiuta a dilatare i vasi sanguigni e rilassare i muscoli ed è una potente arma per mantenere a bada i sintomi dell’asma.

8) Sambuco Una delle fonti vegetali più ricche di Quercetina, un composto antiossidante potente, il sambuco è un incredibile immunostimolante che aiuta a combattere il raffreddore, influenza e malattie respiratorie come l’asma. Secondo l’ Università del Maryland Medical Center (UMMC), la Quercetina è particolarmente efficace nel bloccare il rilascio di istamina e altre sostanze chimiche allergiche e infiammatorie nel corpo, comprese quelle connesse con l’asma.

9) Mele Hanno  elevata quantità di Quercetina e forniscono una protezione efficace contro l’asma. Uno studio realizzato in Europa, ha  trovato che le donne incinte che hanno mangiato almeno quattro le mele a settimana, avevano il 53 per cento meno probabilità di avere un bambino con asma. E lo stesso studio che collegava il consumo di Banane con  la riduzione dei sintomi dell’asma, ha anche scoperto che i bambini che bevono succo di mela hanno circa il 50 per cento in meno di probabilità di sviluppare sintomi di asma.

chia10) Semi di Chia Sono ricavati da una specie vegetale denominata Salvia Hispanica molto diffusa ed utilizzata in Centro e Sud America, ma ancora scarsamente conosciuta in Europa e in Italia. I semi di Chia presentano proprietà nutrizionali degne di essere conosciute. A stupire è soprattutto il loro contenuto di calcio e la presenza particolarmente bilanciata all’ interno di essi, di Acidi Grassi Essenziali Omega3 e Omega6. Un concentrato di omega-3 acidi grassi, magnesio e Quercetina,  fanno dei Semi di Chia un potente anti-asma. Gli omega-3 sono noti per aiutare a diminuire l’infiammazione nei bambini e negli adulti, così come ripristinare l’equilibrio naturale alle pareti delle membrane cellulari. Uno studio che ha coinvolto a lungo termine l’uso di integratori di omega-3 nei soggetti asmatici, ha anche confermato che il nutriente può portare a una significativa riduzione dei sintomi dell’ asma, in particolare in coloro che soffrono di allergie legate all’ asma.

UN CONSIGLIO PERSONALE DA ADDIZIONARE – Favorite la respirazione diaframmatica cioè quella fatta con la pancia.

GRAZIE DI AVER LETTO VOI LETTORI SIETE LA MIA INSPIRAZIONE, PER AVER SCRITTO QUESTO ARTICOLO, SE VI È PIACIUTO DITELO HAI VOSTRI AMICI E CONDIVIDETELO NEI SOCIAL, QUESTO È UN AIUTO CHE MI DATE PER FARE SEMPRE MEGLIO GRAZIE!

Pubblicato il Lascia un commento

Allontanare le Zanzare in Modo Naturale (con il Cibo)

zanzara

Per Allontanare le Zanzare in Modo Naturale (con il Cibo) è importante sapere che questi insetti così tanto sgraditi agli esseri umani, vengono attratti a noi dall’odore della nostra pelle, ho della sudorazione, anche se noi non siamo in grado di sentire il nostro odore, questi piccoli ma fastidiosi insetti hanno delle ghiandole olfattive molto sviluppate ed evolute, che permettono attraverso di esse di sapere con esatta precisione quale è il sangue più adatto per il loro far bisogno giornaliero.

Inoltre è importante sapere che questi animaletti vengono attratti anche grazie hai cibi che ingeriamo, che producono attraverso delle sostanze in essi contenuti, degli odori particolari che possono ho no attrarre a noi questi fastidiosi volatili.



//

È IMPORTANTE RICORDARE CHE QUESTE INDICAZIONI VALGONO PER LA MAGGIOR PARTE DELLE ZANZARE, È CHE CI PUÒ ESSERE SEMPRE QUALCHE ZANZARA TEMERARIA CHE IN CASO SPECIALE VI POTRÀ PUNGERE, MA SICURAMENTE LA MAGGIOR PARTE DI QUESTE VI EVITERANNO ALLA GRANDE, DIMINUENDO DRASTICAMENTE IL NUMERO DI PUNTURE DI QUESTI FASTIDIOSI INSETTI, GRAZIE AD ALCUNI PRINCIPI ATTIVI CHE VI PARLEREMO NEL CORSO DI QUESTO ARTICOLO.

 

I CIBI CHE ATTRAGGONO LE ZANZARE

Tra questi alimenti spicca sicuramente la carne insaccata ( come Salumi e gli Affettati) che attira questi animaletti come nessun altro cibo, quindi l’ideale è diminuirne il consumo, come anche le carni rosse ed i formaggi stagionati, tutti questi prodotti sono molto gustosi ma di contro aumentano la temperatura del corpo di molto attirando così a se le zanzare vicine a noi.

pompelmoI CIBI ANTI ZANZARA

Iniziando dal quello che da sempre è riconosciuto come cibo principe anti zanzara al primo posto C’è il Pompelmo (al naturale e in spremuta), grazie alla presenza di una sostanza chiamata Nootkatone “nota per essere insetticida naturale”, al secondo posto abbiamo invece L’Aglio già noto al mondo per allontanare i vampiri, questo alimento è considerato grazie ad una sostanza chiamata Allicina un forte repellente naturale, che conferisce alla nostra pelle un odore acre che è perfetto per allontanare questo fastidioso insetto anche affamato da noi. Al terzo posto possiamo trovare il Pepe Nero che grazie alla sostanza chiamata Acilpipedrine ci aiuta ha tenerle lontane.altri alimenti utili ha questo scopo sono: il Basilico, la Menta, Lavanda e Peperoncino che quando consumato rilascia un odore durante la nostra sudorazione, che fa da repellente naturale, oltre ha questi abbiamo anche La Crusca ed il Lievito di Birra che come il Peperoncino possiedono una quantità elevata della Vitamina B1 conferisce alla nostra pelle quell’odore cosi sgradito ha questi insetti così fastidiosi, per tanto gli allontana da noi.

Pubblicato il Lascia un commento

I Cibi per Vivere una Vita Lunga e di Qualità

dieta

I Cibi per vivere una vita lunga e di qualità oggi sono una realtà scoprili insieme a noi, dopo molti anni di ricerche scientifiche finalmente siamo oggi arrivati ad una conclusione vivere a lungo non è solo un fattore genetico, ma esistono cibi che aiutano notevolmente il nostro corpo a vivere sia una vita più lunga, che di una qualità migliore, rispetto alla maggior parte delle persone.

Oggi finalmente gli scienziati e gli oncologi sono d’accordo sulla importanza del cibo anche sulla longevità della nostra vita, infatti e notizia recente dell’ultima ora che il centro clinico e di ricerca milanese IEO (ISTITUTO EUROPEO ONCOLOGIA) ha approvato la prima dieta che ITALIANA che unisce la scienza alla nutrizione il uso nome è SMART FOOD.



//

SANI PER SCELTA

Uso di questi alimenti aiuta alla prevenzione di molte patologie al di la della dieta in questione difatti e risaputo che da sempre che l’alimentazione variata e naturale porta sempre molti benefici al nostro organismo, permettendogli di restare in salute e rafforzandolo.

VEDIAMO ORA QUESTI 32 CIBI CHE SONO:

Iniziamo ora con i 22 alimenti per quanto riguarda la longevità che sono: Arance Rosse, Asparagi, Cachi, Capperi, Cavoli Rossi,Ciliegie, Cioccolato Fondente, Cipolle, Curcuma,Fragole, Frutti di Bosco, Lattuga, Melanzane, Mele, Peperoncino, Prugne Nere, Paprika Piccante, Patate Viola, Radicchio, The Verde, The Nero, Uva.

Passiamo adesso a quei 10 alimenti protettivi che sono: Aglio, Tutti i cereali integrali, Erbe Aromatiche, Frutta Fresca, Frutta a Guscio (FRUTTA SECCA tra qui Noci, Mandorle, Pistacchi e molti altri), Legumi, Olio Extravergine di Oliva,Olio di Seni Spremuti a Freddo, Semi Oleosi, Verdura Fresca.

Pubblicato il Lascia un commento

La Notizia sui Carboidrati che Rivoluzionerá Ciò che Sai

pasta col sugo

Molte sono le riviste che parlano di questo argomento, ma quanto si sa veramente sui Carboidrati? Bisogna d’avvero eliminarli per essere in forma? sono domande che ci poniamo spesso almeno chi come me vuole restare in forma, quotidianamente. Va ricordato che mangiare carboidrati non è sempre sinonimo di aumentare di peso. Infatti il nostro corpo necessità di essi enche per le molteplici attività fisiche che quotidianamente facciamo.



//

PASTAI CARBOIDRATI ED IL DIMAGRIMENTO: Molte persone pensano erroneamente che i carboidrati ed il dimagrimento siano tutt’altro che alleati, mentre ci sono molti studi scientifici che dimostrano esattamente il contrario, Infatti i carboidrati ed il dimagrimento possono viaggiare anzi devono viaggiare sulla stessa linea, Perché e solo in questa condizione che si può parlare di salute, perché il dimagrimento deve essere attribuito è dovuta ha vari fattori e non solo alla semplice diminuzione dei carboidrati in se, difatti Il dimagrimento è il risultato di un buon metabolismo, la cui attività è in funzione dell’energia che riceve, e i carboidrati sono la principale fonte energetica del nostro organismo.

 

linguaLA LINGUA E I CARBOIDRATI : Questo organo ha da sempre una forte relazione con questi enzimi infatti poco tempo fa la rivista APPETITE ha pubblicato uno studio condotto da un gruppo di ricercatori coordinato da Nicholas Gant, esperto dell’Università neozelandese di Auckland, che studiando l’attivazione del cervello tramite risonanza magnetica ha scoperto che i ricettori presenti sulla sua superficie stimolano le aree cerebrali che controllano la vista e il movimento, ma non solo. Anche i centri del piacere sarebbero attivati dall’introduzione in bocca di carboidrati, fenomeno che potrebbe spiegare perché diete che ne prevedono una forte limitazione siano spesso associate a un senso di insoddisfazione.

Pubblicato il Lascia un commento

Consigli per Vivere una Vita Sana e Lunga

tramonto

Molte volte ci chiediamo ma è d’avvero possibile vivere a lungo e in buono stato? secondo gli Scienziati del Imperial College di Londra sembra proprio di si, e sopratutto che ci siano delle regole ben definite per arrivare ad una vita lunga e in buono stato fisico e mentale, abitudini che possono secondo questi scienziati ad una vita di qualità molto superiore alla vita comune della maggior parte della massa.



//

 

correreQueste sono delle regole di oro che possono aiutare chiunque a vivere meglio,

1)  Mantenere il peso ideale, avendo in questo modo il giusto equilibrio tra massa magra e massa grassa, oltre che farci sentire più in forma sia fisica che mentale.

2) Fare almeno un minimo di 30 minuti al giorno di esercizio fisico, questo sicuramente aiuta ha mantenere il corpo in buono stato oltre ha questo attraverso il sudore espelliamo molte tossine che diversamente sarebbe difficile buttare fuori dal nostro corpo.

3) Limitare il consumo di alimenti ad alto contenuto sia di grassi che di zuccheri semplici come ad esempio (lo zucchero, bevande zuccherate, dolci), latte condensato, succhi concentrati es.(tutti quei succhi che si devono diluire con acqua per poterli consumare), alimenti poveri di fibre,

4) Al contrario invece e una buona abitudine è rappresentata da una buona tavola ricca di Ortaggi, Frutta, Verdura e Cereali Integrali, l’ideale sarebbero 5 porzioni di verdura al giorno, cambiare alimenti ogni giorno aiuta ha ingerire vari tipi di nutrienti, ma non sempre questo e possibile, ” anche se questa sarebbe una ottima abitudine”.

5) Limitare il consumo di carni in particolar modo quelle rosse, ma sicuramente tra queste quelle peggiori sono i salumi in generale, sarebbe ottimo per il nostro organismo limitarli il più possibile.

6) Limitare il più possibile il consumo di Alcool, il massimo consentito e di 2 bicchieri di vino per l’uomo ed un bicchiere di vino per la donna e ciò indipendentemente se il corpo e abituato o no.

7) Per chi ha avuto un bambino da poco allattare al seno fino al sesto mese, Diversi studi avrebbero infatti dimostrato che allattare al seno per almeno 6 mesi ridurrebbe il rischio di morte per cancro del 10 per cento e del 17 per cento per quanto concerne le malattie circolatorie.

Pubblicato il Lascia un commento

Scopri D’avvero Tutto sulla Vitamina C

vitamina c

La Vitamina C ; Questa vitamina sicuramente almeno per il nome e con certezza la più conosciuta tra le vitamine, lo sanno anche i bambini vero? ma in realtà quanto la conosciamo? sappiamo d’avvero tutto su di lei? e sopratutto ha controindicazioni ? vediamo quindi di iniziare questo viaggio in questa vitamina cosi conosciuta ed apprezzata ma anche cosi poco discussa.

VITAMINA C (ACIDO ASCORBICO)

La maggior parte degli alimenti che la contengono fanno parte del mondo vegetale, ma c’è anche da aggiungere che nel nostro corpo questa vitamina e accumulata e rimessa in circolo dalle ghiandole Surrenali, anche se nei momenti di maggiore stress queste ghiandole ne diminuiscono drasticamente la produzione, sostituendola con una sostanza chiamata Epinefrina e Norepinefrina.



//

frutta e vitamina cLA SOLUBILITÀ DELLA MOLECOLA : È poco solubile in in alcool, solubile in acqua anche se si ossida molto rapidamente, normalmente dopo circa 90 secondi di esposizione all’ossigeno sono già sufficienti per ossidarsi, oltre che con la luce e in presenza di metalli.

VA RICORDATO CHE : Il corpo non e in grado di sintetizzarla, per tanto questo richiede una continua assunzione di questa vitamina. E che una volta ingerita alla prima pipi essa esce dal nostro corpo, ameno che non si accoppia con l’avena che in  questo caso ha la funzione di mantenerla in circolo nel corpo per circa 12 ore, per tanto ha quasi un effetto di vitaminizzante. Una maggiore eliminazione della vitamina C attraverso le vie urinarie dovuta ad una maggiore assunzione della vitamina, non significa che i tessuti del corpo sono saturi. E che il livello di vitamina C nel sangue tornerà ai livelli medi in 12 o 13 ore, indifferentemente dalla quantità assunta.

I VANTAGGI DI UNA COSTANTE ASSUNZIONE : Aumento dl sistema immunitario, migliorando la produzione di anticorpi, mantiene attivo la riproduzione del collagene, stimola la sintesi di interferone, la biosintesi della carnitina, anticolesterolo, antistress, distrugge i radicali liberi ossigenati, il radicale ossidrile, il radicale superossido, il radicale di ossigeno, partecipa ai processi di respirazione cellulare, interviene nello sviluppo dei fibroplasti, nella sintesi del collagene, nella formazione degli ormoni surrenalici, favorisce l’assorbimento del ferro (in dosi di 200-500 mg) incrementando il tasso di emoglobina, zinco, calcio, magnesio, etc., contrasta gli effetti tossici della nicotina, del benzoato, dei composti azotati, dei citotossici, delle radiazioni ionizzanti, inattiva le tossine batteriche, interviene nel trasporto dell’ossigeno e degli elettroni, indispensabile per le attività vitali di tutte le cellule, indispensabile per la produzione di energia soprattutto muscolare, previene l’accumulo di istamina (responsabile di allergie), modula le prostaglandine (mediatori dei processi infiammatori), previene la degenerazione cellulare (fra cui il processo di invecchiamento), previene i danni provocati dal formolo, protegge occhio e polmone, converte cistina (da origine alimentare) in cisteina, aumenta sia la rapidità di rigenerazione sia della cicatrizzazione che delle ustioni perché facilita la formazione del tessuto connettivo della cicatrice e favorisce l’assorbimento del ferro.

vitamina in tazzoneGLI ALIMENTI CON PIÙ VITAMINA C : Ricordando che la natura ci fornisce questa fantastica vitamina in alcuna frutti freschi “Maggiormente quelli Aciduli” come gli Agrumi(Arance, Limoni ecc.), Ananas, Kiwi, Fragole, Ciliege, ecc. in alcune verdure fresche come ( Lattuga, Radicchi, Spinaci, Broccoletti ecc. ), alcuni ortaggi freschi come ( Broccoli, Cavoli, Cavolfiori, Pomodori, Peperoni ecc.), e tuberi come le Patate sopratutto se Novelle.

LE QUANTITÀ MINIME GIORNALIERE :

Nei Lattanti dopo i 5 mesi ai 12 mesi di età e di 35 mg

Nei  Bambini dopo 1 anno fino hai 10 anni di età e di 40 mg

Dose consigliata per adulto da 11 anni in poi e di circa 60 mg (più ho meno quella contenuta in un Kiwi di media dimensione).

Per una gestante e la nutrice la dose consigliata invee è di circa dai 70 ai 90 mg

Per prevenire lo scorbuto negli adulti e di (10 mg Giornalieri)

Pubblicato il Lascia un commento

Scopri Tutta la Verita Sugli Omega 3

omega 3

COSA SONO GLI OMEGA 3: Questi favolosi Omega 3 sono i cosi detti acidi grassi appartenenti al gruppo dei “Grassi Buoni”.

UN PIZZICO DI STORIA : Negli anni ’70 fu effettuato uno studio sugli Inuit, una popolazione nativa della Groenlandia, alcuni ricercatori hanno osservato che benché l’alimentazione di questa popolazione fosse molto ricca di grassi, gli Inuit avevano un cuore più sano e oltre a questo anche una salute migliore degli altri europei. Quindi qual è stata la scoperta? I grassi presenti nella dieta degli Inuit provenivano principalmente da balene, foche, salmoni e altri animali marini, tutti ricchi di acidi grassi Omega-3.

Gli acidi grassi polinsaturi Omega-3 EPA e DHA sono importanti da sempre per l’organismo e aiutano positivamente a mantenere una normale funzionalità cardiaca e non solo, una buona quantità di questi acidi aiutano:

ha liberare i vasi capillari con la conseguenza di mantenere sani gli organi interni, grazie ad un buon afflusso di sangue negli organi sia interni che esterni, in primo luogo ne giovano sicuramente i Capelli, le Unghie, gli Organi Genitali, il Cuore, Pelle (protegge dai raggi UV), il Cervello(Per quanto riguarda le connessioni tra i vari emisferi e la memoria sia a lungo che corto termine.



//

Oltre a ciò è ottima anche per diminuire le infiammazioni a livello osseo e non solo, con la risultante che in questo modo aumenta lo stato di salute e di difese immunitarie.

dha ala epaI 3 TIPI PIÙ CONOSCIUTI DI OMEGA 3 SONO : EPA, DHA e ALA cerchiamo adesso di capire che significano queste abbreviazioni, EPA(Acido Eicosapantenoico), DHA(Acido Docosaesaenoico), ALA(Acido Alfa Linoleico), i primi 2 sono acidi grassi Omega-3 a catena lunga presente nel pesce, alghe e krill delle acque fredde. Essi infatti aiutano al corretto funzionamento del cuore ed ha mantenere nei livelli normali la pressione sanguigna, oltre che hai livelli dei trigliceridi nel sangue. Il terzo invece è un acido grasso Omega-3 a catena lunga, esso è il precursore degli acidi grassi Omega-3 EPA e DHA.

 

I BENEFICI DEGLI OMEGA 3 :

corpo liberoFavoriscono la diminuzione dei trigliceridi e del colesterolo cattivo LDL, aumentando così quello buono LDL.

Aiutano nella prevenzione di patologie degenerative, specialmente quelle cardiache e mantiene pulite le pareti dei vasi sanguigni, specialmente dalla formazione di placche artereosclerotiche.

Aiutano nella prevenzione e cura della pressione alta e favorisce una pressione cardiaca equilibrata,  mantenendo così una ottima funzionalità cardiaca.

Evitano gli sbalzi di umore, attraverso una migliore connessione tra le sinapse e le cellule celebrali aiuta un ha migliorare l’equilibri mentale ed oltre ha questo anche la memoria.

Aiutano l’eliminazione dei grassi, esso infatti aiuta alla produzione di Leptina un’ormone che diminuisce l’appetito, mentre dal’altra migliora e ristabilisce il metabolismo.

Proteggono la pelle,  rallentando il processo di invecchiamento, attraverso la protezione dai raggi UV oltre che evitare la secchezza nella pelle dandole la giusta idratazione.

Diminuiscono il rischio di Eczemi, Dermatiti e Irritazioni, grazie al buona idratazione cellulare si possono evitare le escoreazioni in generale.

Prevenzioni di Artriti e dolori Articolari, grazie alla sua azione antinfiammatoria infatti ha la capacità di prevenire o rallentare la progressione del’osteoartrosi, dato che ha la capacità di ridurre la degenerazione del collagene nelle cartilagini, classico segno di una precoce osteoartrite.

Aiutano nella Gravidanza, sicuramente questo non è molto risaputo è quindi importante sapere che questa sostanza aiuta lo sviluppo del cervello e del sistema nervoso del nascituro, ecco perché le donne incinta devono assolutamente consumare più omega 3 rispetto quelle che non lo sono.

 

stanchezzaI SINTOMI DELLA MANCANZA DI OMEGA 3 : Stanchezza, Pelle Secca, Cattiva Circolazione, Sbalzi D’umore, Problemi di Memoria.

QUALI SONO I MIGLIORI ALIMENTI : Noci, Sardine, Salmone, Tofu, Soia, Gamberi, Semi di Lino, Semi di Chia, Canapa, Uova, Sgombro, Olio di oliva e Avocado.

QUANDO PRENDERLI : È importante sapere che ci sono dei momenti dove comunque c’è una migliore assimilazione di questa sostanza in questo caso è sicuramente verso la fine dei pasti, insieme ad altri alimenti viene assorbita con più facilità dal nostro intestino.

 

 

Pubblicato il Lascia un commento

Gli Alimenti di colore ( Giallo e Arancione )

alimenti gialli e arancione

Vediamo oggi il perché questi sono frutti di colore Giallo e Arancione, il cosa significa a livello nutrizionale e cosa contengono, fino a capire cosa fanno nel nostro corpo per aiutarci ha vivere meglio la nostra vita.

Ricordando subito col dire che la nostra alimentazione maggiormente è basata su 7 colori che si suddividono in 5 sezioni, i colori sono Bianco, Giallo, Arancione, Verde, Blu, Rosso e Viola. La differenza tra questi colori e data sia dalle sostanze in esse contenute che nei propri nutrienti e sali minerali.

 



//

aliemnti gialliGIALLO E ARANCIONE: Questa colorazione è specifica degli alimenti ricchi di sostanze nutritive che fanno bene come prevenzione per evitare problemi :

Combattono il rischio di sviluppare Tumori,

Patologie cardiovascolari,

Potenziano la vista,

Prevengono l’invecchiamento cellulare,

Promuove la creazione del Collagene,

Combatte i Radicali Liberi.

GLI ALIMENTI SONO : Albicocca, Arancia, Ananas, Mango, Carota, Manderina Clementina, Kaki, Limone, Mandarino, Melone, Nespola, Papaya, Nettarina, Peperone Giallo, Pesca, Pompelmo Giallo, Zucca.

BETACAROTENE : Questo é l’elemento che da questa colorazione agli alimenti in questione, ha un azione come antiossidante e provitaminica, essa infatti mantiene la colorazione dei capelli e peli del corpo,e il precursore della Vitamina A, Importante nella crescita, aumenta le funzione immunitaria, aiuta la produzione ed il mantenimento dei tessuti oltre che nella visione.

I FLAVONOIDI : Ci proteggono da vari tipi di fonti tumorali, che agiscono sopratutto a livello gastro intestinale, bloccando ed eliminando i radicali liberi, prima che facciano danni al nostro corpo.

VITAMINA C : Ricchi di questa vitamina sono ( in particolar modo Peperoni, Limoni ed Arance ).

LE ANTOCIANINE : Presenti in grandi quantità nelle arance, abbiano un effetto protettivo oltre che antinfiammatorio, antitumorale ed anticoagulante per in nostro sangue.